Dino Vitola Managment

“SEI LA SFIDA MIA”: ecco il testo dell’inedito di debutto di Katie.

935

L’analisi del testo; le info musicali e altri dettagli sul primo brano di Katie.

Il primo singolo di Katie si chiamerà “La sfida mia”. Musica di Michele Tarana, testo di Davide Beltrano IlFolle.

Una canzone, registrata nello studio di Francesco Altomare, e che parla della forza di una ragazza madre combattuta fra i suoi sbagli e le sue amare disillusione. Ma poi il tocco di speranza: quel figlio che sta arrivando che è sì una gioia, ma anche una sfida!!!
Perché avere un figlio, soprattutto oggi come oggi, è una vera e propria sfida con se stessi, con il mondo, con i pericoli che lo abitano; una sfida da vincere.

“…E poi aprirò le mie ali. Volerò… lontano dal mondo…”.
Perché c’è bisogno di evadere dalla pesantezza di questo mondo per trovare la propria libertà. Un po’ come Gaber ci diceva in uno dei suoi brani più emblematici: “Non insegnate ai bambini la vostra morale”.

Si viaggia verso risentimenti personali, amarezze con le quali bisogna condividere il proprio essere.
“…A volte io mi perdo perché. Odio una parte di me…”.
Sono parole forti, sincere, una dedica non dolce ma nuda e cruda verso se stessi, verso una situazione particolare del proprio percorso.

“…La cosa più importante è certo: non arrendersi mai e amar te stesso…”.
Una mantra quasi ossessivo, un lungo divenire nel quale immergiamo le nostro ferite.

“…Sei la sfida mia. Sei la parte più bella che ho, quella che mi fa sorridere, sì, ogni giorno…”.
La luce in fondo al tunnel, quell’oasi di pace in mezzo ad una vita che non decolla. Una sfida, anzi, la sfida delle sfide: crescere un figlio, da soli, da zero, con la determinazione impressa in una fugace ma ora duratura felicità.

“…Apprezzo la vita perché: sono botte e gioie sempre…”: apprezzare il bello e il brutto, la parte più dolce e quella più amara. Parole taglienti e che scoprono un mondo.

E la voce di Caterina è un’onda che ti porta su e poi giù. Continui cambi vocali e interpretativi per un brano che fa del suo andare pop-rock il suo dolce leitmotiv.

E quel ponte musicale sul finale che ti inchioda tanta è la sua potenza comunicativa; un inciso liberatorio e che ci porta in un’altra dimensione.

Un piccolo capolavoro che presto… molto
presto… ascolterete!!!

-SEI LA SFIDA MIA-

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.