Dino Vitola Managment

A tutela del mondo della musica!

285

Non stiamo solo parlando delle perdite dei grandi artisti ma soprattutto alla grande miriade di operatori della musica che girano intorno a questo mondo e che con esso mantengono famiglie intere….

Come sappiamo un settore che sta soffrendo e che soffrirà ancor di più dopo la ripresa, è quello della musica e dello spettacolo in generale.

In queste ore Federazione Musica e Spettacolo, nella figura del suo Presidente Dino Vitola, è al fianco dei tantissimi artisti che in queste ore stanno lanciando appelli e facendo video dedicati proprio a questa situazione.

Non stiamo solo parlando delle perdite dei grandi artisti ma soprattutto alla grande miriade di operatori della musica che girano intorno a questo mondo e che con esso mantengono famiglie intere.

Noi di Federazione Musica Spettacolo tuteliamo le feste di piazza, le feste all’aperto e quindi dell’estate. Sono feste importanti perché l’Italia è costituita da un agglomerato di paesi e ogni paese dedica nelle sere d’estate minimo una festa che aspetta tutto l’anno per farla. Naturalmente, adesso è giusto che non si faccia visto che abbiamo un problema così importante che è il Coronavirus, però, è anche vero, che tutti quelli che sono dietro a queste feste come gli agenti, i promoter, i tecnici, coloro che montano il palco, le luci, tutto il personale lavorativo, deve essere tutelato: queste sono le categorie meno protette in quanto non appartengono alla categoria dei grandi concerti da stadio, tipo quelli di Vasco Rossi, Ligabue, Jovanotti o Tiziano Ferro tanto per citarne alcuni, ecco perché andrebbero aiutate per prime, per non farli sprofondare in un baratro spaventoso.

E noi come Federazione Musica Spettacolo, vogliamo porre l’accento su questa grande richiesta d’aiuto da parte di tanti lavoratori del settore, lavoratori che senza più eventi vedranno le loro vite complicarsi di giorno in giorno.

Bisogna tutelare tutto il settore perché non dimentichiamo che rappresenta una parte importante del Pil nazionale.

Non è solo il grande cantante o il grande attore ad aver perdite ma soprattutto il sottobosco del settore che avrà la situazione più grave, perché senza lavoro non si va avanti e adesso è venuto il momento che molti capiscano che fare musica o spettacolo, è un lavoro vero e proprio che porta con sé una parte cospicua di operai e professionisti del settore.

Federazione Musica e Spettacolo

Intervista su Radio Radicale:

https://www.radioradicale.it/scheda/603459/lo-stato-del-diritto-intervista-a-dino-vitola-a-cura-di-irene-testa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.