Dino Vitola Managment

La prima serata del Festival raccontata da noi!

Una grande successo per il debutto!

773

I voti, le opinioni e tutto sulla prima del Festival…

Inizia la prima serata di Sanremo ed è subito successo. Tante cose belle ma anche alcune cose che proprio non vanno. Abbiamo pensato bene in questo articolo di dare il nostro contributo critico.

Dino Vitola

Partiamo da Fiorello. 7 ma può arrivare ad 11.

Amadeus: voto 8. Grande.

Diletta Leotta: 8. Che classe.

Rula Jebreal: 9 Forte.

Passiamo alle canzoni dei big.

Irene Grandi: 8, troppe lezioni da Vasco.

Marco Masini: 8, testo più forte della musica.

Rita Pavone: 7, è lei che aiuta la canzone.

Achille Lauro: 6, troppo già visto e sentito.

Diodato: 8, ma troppo lezioso.

Le Vibrazioni: 10, formidabili.

Anastasio: 8. Forte.

Elodie: 8, tutto al suo posto.

Bugo e Morgan: 5, compreso la stonatura.

Alberto Urso: 5.5, buona voce ma il brano non lo aiuta.

Riki: 5, scialbo.

Raphael Gualazzi: 6, troppo occhiali e cappelli.

Ottima regia e straordinaria scenografia!!!

IlFolle Beltrano

Fiorello: 4! Sì, perché poteva essere un grande evento il suo ritorno a Sanremo, ma l’idea che ha voluto portare in scena è confusionaria. Prima c’è poi sparisce, poi ritorna e senza mai un monologo ironico da far saltare l’Ariston. Speriamo in meglio.

Amadeus: voto 7.5. Grande padronanza e padrone di casa perfetto. Peccato per quel linguaggio limitato ai soliti “Bellissimi”; “Straordinario”; “Incredibile”; “Meraviglioso”. Urge lezioni da parte di Bonolis.

Diletta Leotta: voto 8. Classe assoluta e anche un grande monologo che commuove il teatro.

Rula Jebreal: voto 7.5, meno a suo agio rispetto a Diletta ma comunque una grande presenza scenica e culturale. Bellissimo il suo monologo.

Passiamo alle canzoni dei big.

Irene Grandi: 9. Potente, incisiva, devastante. È tornata Irene.

Marco Masini: 6. Niente di più e niente di meno della sua storia artistica.

Rita Pavone: 7. Rock come non mai. E tutto l’Ariston si alza. Ci siamo.

Achille Lauro: 7. Sì, perché sorprende in tutto e per tutto. Sempre fuori le righe e particolare in ogni gesto. Peccato per la canzone, un remake del suo singolo sanremese 2019.

Diodato: 10. Cala l’asso. La canzone più bella della serata. Il Sanremo ha già un vincitore.

Le Vibrazioni: 9. Finalmente una canzone degna della classe di Sarcina. Super.

Anastasio: 8. Canzone pronta per le radio. Rabbia e follia. Grande Anastasio.

Elodie: 5. Tormentone estivo. Ma vogliamo scommettere che rischierà di vincere?

Bugo e Morgan: 6. La canzone è meno peggio di quello che molti vorrebbero far credere.

Alberto Urso: 4. Canzone davvero bruttina.

Riki: 3. Si gioca male una delle sue ultime chance per ritornare alla ribalta.

Raphael Gualazzi: 7. Sempre fedele a se stesso e questa volta si balla.

Voti di Simona Pasqua, consulente artistica di Sognando Sanremo.

Fiorello 6
Amadeus 7.5
Diletta Leotta 7
Rula Jebreal 9
Irene Grandi 9
Marco Masini 7
Rita Pavone 8
Achille Lauro 6.5
Diodato 9
Le Vibrazioni 8
Anastasio 8
Elodie 6.5
Bugo e Morgan 6
Alberto Urso 6
Riki: 5
Raphael Gualazzi: 8

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.