Dino Vitola Managment

“La Follia” di Omar Pedrini!

1.150

L’appuntamento di ottobre con la rubrica dedicata all’arte di Omar Pedrini…

Da un’idea di Davide Beltrano IlFolle

Articolo a cura di -Aldo Massimi-

Ognuno di noi è un folle rispetto alla follia di qualcun’altro.

Questa volta il Guerriero nel 2006 ci ha donato un brano che dovrebbe far riflettere molti se non tutti. Siamo nell’era dei giudizi e dell’essere tutti protagonisti quindi si dà del matto con molta semplicità, perché tutto ci è dovuto, tutto è lecito ma riflettiamo un secondo: se il pazzo è il gemello del saggio non credete che sia opportuno dare sfogo al proprio estro o a quella cosa che ci formicola nello stomaco e ci rende unici? Ci dipingono così? Evviva la nostra “diversità” e in questa canzone ce la racconta Pedrini.

Un brano che è una vera e propria passione, una dolce e commovente poesia di cui non posso fare a meno di pensare che egli si è messo al servizio nostro per dimostrare che tutti noi siamo un fascio di luce raro e che noi siamo la vita, il tempo che scorre e coloro che rimboccano le coperte alla nostra “pazzia”.

Non dobbiamo avere paura perché viviamo proprio per quello che ci tiene accesi e allora la follia è essere se stessi, senza far male a nessuno e cercando di amare finché il cuore non cesserà di battere.

 

1 Commento
  1. Monica Shakti dice

    Quanto più ci allontaniamo dalla nostra essenza, tanto più cadiamo nel baratro oscuro della depressione. La depressione indica proprio uno schiacciamento verso il basso, dove le energie interiori non riescono più a manifestarsi perché intrappolate, ma proprio da questa condizione si può trovare terreno fertile per indagare nei propri abissi e risorgere. Viva allora la follia, intesa come spinta propulsiva verso la creatività insita nella vita. Del resto Erasmo da Rotterdam diceva che la follia fosse addirittura un bene per l’umanità e del tutto desiderabile…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.